MODICA, LA MELOGRANA SPACCATA

“…in figura di melograna spaccata; vicino al mare ma campagnolo; metà ristretto su uno sprone di roccia, metà sparpagliato ai suoi piedi; con tante scale fra le due metà, a far da pacieri, e nuvole in cielo da un campanile all’altro, trafelate come staffette dei Cavalleggeri del Re…”

Così Gesualdo Bufalino descrive Modica, crocevia millenario di culture e capolavoro del barocco siciliano, riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e  resa celebre dall’antica ricetta del suo cioccolato. La città natale del poeta Salvatore Quasimodo è divisa in Modica Alta e Modica Bassa e, come una melograna spaccata, si distende scenograficamente sui versanti di un’ampia valle rocciosa. Percorrendo lentamente vicoli e scale, rivivrete emozioni dimenticate, sorprendendovi davanti a palazzi barocchi, mascheroni di pietra e balconi in ferro battuto, incantandovi davanti a improvvisi scorci di chiese e tetti, fino a perdervi in giardini segreti con grotte e fichi d’india.

Scopri le nostre dimore a Modica

SIRACUSA, ANIMA GRECA

“Davanti al golfo Sicanio giace un’isola, di fronte al Plemmirio ondoso, gli antichi le diedero il nome di Ortigia …”

Così Virgilio nell’Eneide parla di Siracusa e della sua propaggine protesa nel Mar Ionio, l’affascinante isola di Ortigia, ove si insediarono nel 734 a.C. coloni greci provenienti da Corinto. Resa illustre dal genio di Archimede, la città, ultima in Sicilia a cadere sotto il dominio arabo, reca ancora oggi le stratificazioni architettoniche e culturali dei popoli che l’hanno abitata, dal Miqwè, l’antico Bagno Ebraico, allo splendido Duomo cresciuto sulle colonne del tempio di Atena. Esplorate l’area archeologica con le sue latomie e il mirabile teatro greco, raggiungendo poi il tempio di Apollo e lo storico mercato, per perdervi infine nel dedalo delle vie di Ortigia dove il giallo dell’arenaria mangiata dal tempo e dalla salsedine si interrompe improvvisamente in scorci intensi di blu.

Scopri la nostra dimora a Siracusa

ITINERARI A SUD-EST TRA MARE, NATURA E MITO

“Tante Sicilie, perché? Perché la Sicilia ha avuto la sorte di ritrovarsi a far da cerniera nei secoli tra la grande cultura occidentale e le tentazioni del deserto e del sole, tra la ragione e la magia, le temperie del sentimento e le canicole della passione. Soffre, la Sicilia, di un eccesso d’identità, né so se sia un bene o sia un male.” (G. Bufalino)

Esplorate una terra antica e affascinante, tra silenti tonnare e architetture barocche, dune costiere e antiche necropoli, rovine greche e natura selvaggia. Riscoprendo i ritmi della natura, gustando il profumo dell’antica cucina baronale e dei celebri vini Nero d’Avola e Cerasuolo di Vittoria. Da Modica e da Siracusa, con la vostra auto o con il nostro servizio di autista privato, vi consigliamo comode escursioni in giornata per visitare le bellezze artistiche e naturali del Val di Noto:

Le città barocche Unesco, luoghi di meraviglia: Scicli, Ragusa Ibla, Noto, Palazzolo Acreide, Caltagirone, Catania

Le riserve naturali, per gli amanti del trekking: Cava d’Ispica, Vendicari, Pantalica, Cava Grande del Cassibile, Riserva del Fiume Irminio

Le spiagge dello Ionio e del Mediterraneo: Eloro, Cala Mosche, Isola delle Correnti, San Lorenzo, Fontane Bianche, Santa Maria del Focallo, Randello

I siti archeologici dove storia e mito si incontrano: La Neapolis di Siracusa, l’Akrai di Palazzolo Acreide, le Villa Romane del Tellaro e di Piazza Armerina, Noto Antica, la Necropoli di Pantalica

I borghi marinari e le tonnare: Marzamemi, Sampieri, Donnalucata, Avola Marina, Scoglitti, Punta Secca, Portopalo

I mercati dove acquistare pesce fresco: Ortigia, Donnalucata, Scoglitti

I luoghi del commissario Montalbano dove rivivere le scene della celebre serie TV ispirata ai romanzi di Andrea Camilleri

EOLIE, LE SETTE PERLE DEL TIRRENO

“Si vedeva Salina, l’isola delle montagne gemelle, attorniate da un mare tutto trine di spuma, sul quale galere pavesate caracollavano.”
(Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

Eolie di sole, di mare e di fuoco. Isole nella corrente di emozioni che dal blu dell’orizzonte si intrecciano con il nero profondo della pietra lavica, l’argento vibrante dell’assenzio ed il bianco sontuoso dei fiori di cappero. Una collana di sette preziose perle che emergono dalle profondità pelagiche, ciascuna regalando una emozione unica e distinta:

Salina, dallo spirito genuino, verde di boschi, vigne di Malvasia e piante di cappero, è un’isola per intenditori e per la sua centralità è la base ideale per esplorare l’arcipelago

Lipari, la più popolata e snodo di tutte le rotte, incanta con il suo castello arroccato sulle falesie, i suoi paesaggi frastagliati e le sue cave di pomice

Vulcano, dimora mitica di Efesto e dei Ciclopi ribollente di energia magmatica, attrae gli appassionati di geologia e i cultori dei fanghi termali 

Panarea, di un fulgore quasi cicladico, è il salotto mondano delle Eolie

Stromboli, la reggia di Eolo, seduce e sgomenta con l’indole di fuoco di Iddu, come viene chiamato dai locali il suo maestoso vulcano

Filicudi, dal carattere radical-chic, diffonde il magnetismo della sua anima selvaggia

Alicudi è rifugio estremo di viaggiatori contemplativi alla ricerca di incontaminate solitudini mediterranee

Scopri la nostra dimora a Salina